MUA MUA DOLLS, STILE PER UNA GIUSTA CAUSA

Come possono l’ironia e la voglia di giocare entrare a pieno ritmo nel mondo della moda e assumere anche un importante significato charity? Semplice, basta vedere le collezioni Mua Mua Dolls, un progetto che ha nel proprio Dna divertimento e stile per una buona causa. Ludovica Virga, designer e mente creativa del brand, nel lontano 2006 decide di produrre bamboline realizzate all’uncinetto dagli abitanti dell’isola di Bali che, dopo lo tsunami in Indonesia, erano rimasti senza lavoro a causa di un turismo sempre più in crisi: la prima creazione di Ludovica, per tutti Luvilu, nasce per caso come regalo per un caro amico ma il vero successo però arriva solo tre anni dopo quando la designer durante una sfilata Chanel a Venezia incontra Karl Lagerfeld e gli fa dono di un Mua Mua doll con le fattezze del Kaiser della moda. Lo stilista inizia immediatamente una collaborazione e nel 2012 le commissiona più di 500 dolls da vendere nei negozi Lagerfeld. Il  successo è immediato, pian piano le Mua Mua dolls diventano un fenomeno incredibile e la famiglia di bamboline all’uncinetto si arricchisce di nuovi personaggi: Anna Wintour, Coco Chanel, Franca Sozzani, Lady Gaga e molti altri. Oggi, dalla creatività di Luvilu e dalla sua visione ironica del mondo della moda, Mua Mua dolls si è evoluto creando di stagione in stagione nuovi accessori incredibili.

Come la maxi pochette che ricorda il famoso cioccolato biscotto che tutti amiamo, o la micro borsa a forma di lattina il cui logo gioca con il lettering “SexSi”, o ancora la borsa squadrata che con ricamato l’esplicito invito “Chill”. Una collezione tutta da scoprire, una serie di accessori da alternare ed indossare con grande umorismo e un pizzico di vanità, ma anche e soprattutto consapevoli che parte del ricavato viene donato per una giusta causa. Ma Mua Mua dolls è infatti anche una realtà con uno spiccato aspetto charity e umano: ogni bambola viene infatti realizzata a Bali in zone rurali dove abitano donne e anziani che vivono in condizioni difficili, mentre parte del ricavato della vendita della collezione viene donato ad una scuola a Sumbawa per aiutare e sostenere l’istruzione femminile. Perché la moda non è solo paillettes e lustrini.

Per essere sempre al passo con le news e ricevere contenuti esclusivi

Iscriviti alla newsletter

Lolaglam processes information about your visit using cookies to improve site performance, facilitate social media sharing and offer advertising tailored to your interests. By continuing to browse our site, you agree to the use of these cookies. For more information see our Privacy & Cookie Policy.

ACCETTO
Aviso de cookies