IL PROFUMO DEI RICORDI: UN RACCONTO INEDITO

Opacità del tempo e obsolescenza programmata. Si sa, il tempo è tiranno: la vita frenetica porta ad un consumismo sfrenato, prodotto spesso da un’obsolescenza pianificata dall’economia industriale. Spesso, per quanto riguarda la tecnologia, l’obsolescenza programmata è una strategia volta a definire il ciclo vitale di un prodotto in modo da limitarne la durata a un periodo prefissato. Oppure, parlando di altre categorie merceologiche come nel settore moda e cosmesi, il prodotto diventa semplicemente obsoleto agli occhi del consumatore in confronto a nuovi lanci che appaiono più all’avanguardia, sebbene a volte siano poco o per nulla migliori dal punto di vista funzionale. Il tempo poi regala agli oggetti una patina di opacità che disturba il consumatore contemporaneo, perciò si può parlare di obsolescenza percepita e simbolica.Eppure questa patina ha un suo profumo tutto speciale.

Frammenti di pensieri sbiaditi, opachi, sfocati come vecchie polaroid sovente ritornano alla memoria, vividi, annusando dei profumi, utilizzati come personali macchine del tempo. Alcune ci riportano indietro, e si chiamano ricordi. Alcune ci portano avanti, e si chiamano sogni. È tanto tempo che non sento il termine “oziare”, probabilmente in disuso, e sicuramente oggi considerato come un comportamento inaccettabile. Dovremmo invece fermarci di più a riflettere su come incediamo nella nostra vita, sulla nostra scala delle priorità e sull’opportunità di appropriarci di nuovo del piacere e della capacità di vivere il presente, ricordando piacevolmente le memorie del passato. Pausa, momento di raccoglimento, di introspezione che ha voluto e documentato con delicatezza e riguardo Marc Beaussart, fotografo dalla grande sensibilità, che ha reso omaggio ai ricordi ovattati della sua infanzia con la nonna Grame.

“Da adulto guardo indietro tutti i miei ricordi d’infanzia e mi rendo conto che sanno tutti di profumo. Più in particolare dei profumi, colonie, lozioni per il corpo e creme di mia nonna. Sono cresciuto tra i suoi due bagni, dove ho potuto guardarla prepararsi per ore. Un bagno in un appartamento di città, l’altro in una casa di campagna. Naturalmente diversi tipi di profumo sono legati ai luoghi in cui eravamo o alla stagione. Nella casa di campagna, il tempo è stato fermato per oltre trent’anni e quei profumi non si sono mai spostati. Da adulto quelle fragranze vintage sono ancora nella mia mente. Definiscono ancora ciò che è eleganza e stile. Il mio ricordo d’infanzia è un puzzle gigantesco.

Mia nonna era una donna molto elegante, sempre vestita con stile. Mai semplice, sempre perfetta. E con così tanti odori diversi. Non c’è da stupirsi che talvolta avesse mal di testa quando era in bagno! Tutte quelle grandi bottiglie piene di consistenza erano il mio paesaggio mattutino d’infanzia. Ero paralizzato, ipnotizzato dallo scaffale come dalla vista di un grattacielo di bellezza, chiedendomi quale flacone lei avrebbe usato. Alcune di quelle bottiglie erano fantasiose, altre di ispirazione architettonica e alcune addirittura mistiche. Mi ricordo di me ragazzino che usavo quelle bottiglie per costruire piccole città immaginarie per le mie auto giocattolo. Una città fantastica, irreale piena di profumi. Mi manca così tanto quel periodo. Quando il tempo si fermava e a parlare era solo il profumo. Lontano dal consumismo veloce, quando una fragranza era la cifra di qualcuno, non una rapida tendenza commerciale. Questo è il mio ricordo d’infanzia, attraverso quelle bottiglie di profumo.

A Grame, mia nonna”.

Credits:

Photographer  Marc Beaussart
Photographer assistant Ida Zander
Post Production Ionut Bibire
Thanks to Jo Phillips

Per essere sempre al passo con le news e ricevere contenuti esclusivi

Iscriviti alla newsletter

Lolaglam processes information about your visit using cookies to improve site performance, facilitate social media sharing and offer advertising tailored to your interests. By continuing to browse our site, you agree to the use of these cookies. For more information see our Privacy & Cookie Policy.

ACCETTO
Aviso de cookies