FIORUCCIMANIA: UNA MOSTRA RISCRIVE L’ALFABETO ‘LOVE THERAPY’

La mostra ‘Love Therapy. Alfabeto Elio Fiorucci’ – visitabile dal 7 al 21 febbraio 2019, a Milano, presso l’ex Chiesa di San Carpoforo – riporta in vita lo spirito libero e trasgressivo del commerciante funky. Con la mostra intitolata ‘Love Therapy. Alfabeto Elio Fiorucci’, che Floria Fiorucci (sorella dello stilista lombardo e Creative Director dell’Archivio ‘Love Therapy’) e Paola Maddaluno (docente di ‘Design del Tessuto’) hanno personalmente curato, viene data nuova linfa allo spirito tanto ironico quanto irriverente di Elio Fiorucci.

La mostra inaugurata lo scorso 6 febbraio, a Milano, nella ex Chiesa di San Carpoforo – Accademia di Belle Arti di Brera (Via Formentini 12) porta in scena, oltre ai progetti degli studenti del corso di Design del Tessuto, alcuni materiali facenti parte dell’Archivio Love Therapy. Marchio fondato nel 2003 dal re della moda pop. Fra oggetti, abiti e documenti, è di particolare importanza sottolineare la fluidità del tanto inatteso quanto originale dialogo che Flora Fiorucci e Paola Maddaluno sono riuscite a instaurare fra i ‘Fiorucci Stickers’ (Edizioni Panini), ovvero le figurine che il grande creativo ha ideato nel 1984, e i lavori di reinterpretazione degli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Brera. A far sì che la realizzazione di questi progetti fosse a tutti gli effetti possibile, la collaborazione di alcune fra le grandi realtà italiane del settore tessile-manifatturiero: Bernasconi Tessuti, Forza Giovane-Passamani, Jackytex e LAMPO by G. Lanfranchi S.p.A. Nel segno della più estrema libertà espressiva, gli studenti hanno abilmente fatto ricorso a diverse tecniche e linguaggi, richiamando alcuni degli elementi che hanno reso questo brand conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, come il collage, il fumetto e il personaggio del nano.

Da zip scultoree a chiusure lampo stampate e pennellate di acrilico fluorescente, fino al 21 febbraio 2019 l’iconografia del paladino della moda democratica, che negli anni ‘70 ha rivoluzionato il modo di vestire dei giovani, sarà in definitiva oggetto di una rilettura tanto fresca quanto contemporanea, in grado di metterne in luce i valori più autentici. Per concludere, la storia della mostra, del marchio e dei lavori degli studenti può essere approfondita sul profilo Instagram @lovetherapy_archivio. “Mi attrae poter condividere questo progetto con i giovani dell’Accademia di Brera, che hanno a mio avviso il privilegio di avere una maggiore sensibilità verso la creatività e la bellezza con il loro entusiasmo, la loro curiosità e la loro spontaneità”, ha dichiarato la creative director Floria Fiorucci a proposito di questa interessante mostra.

Per essere sempre al passo con le news e ricevere contenuti esclusivi

Iscriviti alla newsletter

Lolaglam processes information about your visit using cookies to improve site performance, facilitate social media sharing and offer advertising tailored to your interests. By continuing to browse our site, you agree to the use of these cookies. For more information see our Privacy & Cookie Policy.

ACEPTAR
Aviso de cookies