DALLE SNEAKERS ALLE TRAINERS

Non c’è stagionalità per loro, vanno bene sempre e comunque, indipendentemente da quanti gradi misura il termometro e da qual è il proprio “daily look”. Se le sneakers erano diventate l’unico e indiscutibile evergreen, capaci di essere perfette anche sotto ad un completo haute couture, ora le trainers si impongono e le scavalcano con grande forza. Addio al minimal e alla linearità e uniformità delle suole. Ora quelli che dettano le regole del mercato vogliono solo le trainers: colorate, esagerate, massicce, estrose e anche un po’goffe. La rottura è iniziata con lo show di Vetements dove il designer sempre alla ricerca di nuove collaborazioni ha presentato le Reebok InstaPump Fury in memoria del passato. A seguire i sono arrivati Gucci, Stella McCartney, Valentino e N.21 che si sono appropriati del trend rielaborandolo alla propria maniera. Al momento quelle più in voga sono senza ombra di dubbio quel genere imbottito e massiccio proposto ultimamente da alcuni celebri stilisti, visto e stra-visto ai piedi di molte paladine dei social come Kendall Jenner, Bella Hadid e Hailey Baldwind, ed emulate successivamente in tutte le loro più simpatiche e sfaccettate interpretazioni e sfumature.

Ma diamo a Cesare quello che è suo: il merito per aver dettato tendenza, per aver dato il via a questo incessante trend che pare durerà per tutto il 2018, se non oltre, va a Nike, che nel 2002 diede vita a quattro versioni delle sue Nike Air Monarch senza sapere che sedici anni dopo le stesse avrebbero esercitato una grande, grandissima, influenza sulla cultura contemporanea.

“Senza dubbio le Monarch definiscono il look dei primi anni 2000, e dopo sedici anni è chiaramente una delle linee più iconiche di quell’era”, racconta il designer Jin Hong, tra i protagonisti del team The 1 Reimagined, ma soprattutto uno degli autori di MK2 Techno, il nuovo progetto concepito ad hoc per rendere omaggio alla storia di questo storico modello di sneakers con “l’obiettivo di mantenere lo spirito spavaldo delle Monarch, pur introducendo caratteristiche nuove per immaginare una reinterpretazione nel 2018”. Due modelli nati originariamente per un pubblico femminile, che saranno disponibili dal 5 maggio (in vendita in tutte le taglie a partire dal 1° luglio), ma la cui distribuzione si è allargata fino a diventare dual-gender. “Abbiamo progettato una scarpa da donna, ed è quindi davvero piacevole vedere che gli uomini sono sinceramente interessati”.

Per essere sempre al passo con le news e ricevere contenuti esclusivi

Iscriviti alla newsletter

Lolaglam processes information about your visit using cookies to improve site performance, facilitate social media sharing and offer advertising tailored to your interests. By continuing to browse our site, you agree to the use of these cookies. For more information see our Privacy & Cookie Policy.

ACEPTAR
Aviso de cookies